“Cari figli, mi rivolgo a voi come vostra Madre, la Madre dei giusti, la Madre di coloro che amano e soffrono, la Madre dei santi. Figli miei, anche voi potete essere santi: dipende da voi. Santi sono coloro che amano immensamente il Padre Celeste, coloro che lo amano al di sopra di ...Leggi tutto...

Pellegrinaggi a Medjugorie

A.H. Antonioli Viaggi da ormai 20 anni organizza Pellegrinaggi a Medjugorje con autobus gran turismo o minibus.

Il programma base è di 6 giorni, cinque notti.

 

 

PELLEGRINAGGI A PARTIRE

DA 300.00 €

Tutto Compreso

entra e vedi i dettagli

e il prossimo viaggio

Pellegrinaggi Organizzati

Organizziamo principalmente pellegrinaggi a Medjugorje, ma anche pellegrinaggi in tutta Italia e in Europa, a Lourdes, Fatima, San Giovanni Rotondo, Assisi e Roma.

Se sei interessato lascia un tuo recapito, ti aggiorneremo sui pellegrinaggi in programmazione

 

CONTATTACI  

è semplice: basta compilare il modulo con i tuoi dati, ti richiamiamo senza impegno per informazioni!

Ultimo Messaggio

Messaggio del 2 dicembre 2017 a Mirijana

“Cari figli, mi rivolgo a voi come vostra Madre, la Madre dei giusti, la Madre di coloro che amano e soffrono, la Madre dei santi. Figli miei, anche voi potete essere santi: dipende da voi. Santi sono coloro che amano immensamente il Padre Celeste, coloro che lo amano al di sopra di tutto. Perciò, figli miei, cercate di essere sempre migliori. Se cercate di essere buoni, potete essere santi, anche se non pensate questo di voi. Se pensate di essere buoni, non siete umili e la superbia vi allontana dalla santità. In questo mondo inquieto, colmo di minacce, le vostre mani, apostoli del mio amore, dovrebbero essere tese in preghiera e misericordia. A me, figli miei, regalate il Rosario, le rose che tanto amo! Le mie rose sono le vostre preghiere dette col cuore, e non soltanto recitate con le labbra. Le mie rose sono le vostre opere di preghiera, di fede e di amore. Quando era piccolo, mio Figlio mi diceva che i miei figli sarebbero stati numerosi e che mi avrebbero portato molte rose. Io non capivo, ora so che siete voi quei figli, che mi portate rose quando amate mio Figlio al di sopra di tutto, quando pregate col cuore, quando aiutate i più poveri. Queste sono le mie rose! Questa è la fede, che fa sì che tutto nella vita si faccia per amore; che non si conosca la superbia; che si perdoni sempre con prontezza, senza mai giudicare e cercando sempre di comprendere il proprio fratello. Perciò, apostoli del mio amore, pregate per coloro che non sanno amare, per coloro che non vi amano, per coloro che vi hanno fatto del male, per coloro che non hanno conosciuto l’amore di mio Figlio. Figli miei, vi chiedo questo, perché ricordate: pregare significa amare e perdonare. Vi ringrazio!”

20140424_104907
16082011974
20150815_164502
Radio Maria

RSS Feed

 

 

LETTERA DI PADRE LIVIO A GESU’ BAMBINO

Caro Gesù Bambino,
            in questi giorni, in cui nella nostra società molti festeggiano il Natale, senza sapere chi è il festeggiato, da povero italiano non ho timore di rivolgermi a te, ben sapendo che solo tu sei in grado di concederci le grazie di cui abbiamo bisogno. A chi infatti dovremmo chiederle se non a te? Sei l’unico che è rimasto credibile in questo mondo, dove tutti promettono e nessuno mantiene. Non mi lascio ingannare dal modo  umile e discreto con cui sei entrato in questo mondo. Apparentemente sei venuto a mani vuote, al freddo e al gelo di una grotta, a stento riscaldata da un bue e un asinello. Deposto in una mangiatoia, non stavi meglio di tanti bambini che fuggono dalla fame e dalla guerra verso le nostre contrade. Eri privo di tutto, ma avevi vicino a te due persone meravigliose, come mai ce ne sono state: tua madre Maria e il tuo custode, Giuseppe, che ti guardavano incantati, ben sapendo quale dono in quel momento il Cielo aveva fatto alla terra. Sei nato povero fra i poveri, bisognoso di tutto, ma hai arricchito il mondo con la tua presenza. Venendo in mezzo a noi ci hai fatto il regalo più grande che potessimo desiderare. Tu, Bambino Gesù, sei la nostra luce, la nostra salvezza, la nostra pace. A Natale hai dato al mondo in regalo te stesso. Lo ha annunciato l’angelo ai pastori assopiti, improvvisamente svegliati da una musica celestiale: ”Vi annunzio una grande gioia, che sarà di tutto il popolo: oggi vi è nato nella città di Davide un Salvatore, che è il Cristo Signore”.  
            Caro Gesù Bambino, sei tu il regalo di Natale che vorrei chiedere in primo luogo per il mio paese, per questa Italia che ha regalato il presepe al mondo, ma che adesso  lo proibisce negli asili e nelle scuole e che si mostra sempre più insofferente per tutto ciò che ti riguarda. Qualcosa di strano e di pericoloso sta succedendo da qualche tempo. Proprio nelle nazioni dove il tuo Vangelo ha prodotto i frutti più belli di fede, di carità e di civiltà, è scesa una nebbia spessa che ti copre e ti oscura, come se la gente si fosse stancata di te. Sono sempre meno le persone che ti ricordano. Sono pochissimi quelli che sanno che il giorno di Natale è quello del tuo compleanno. Quando vado al supermercato faccio fatica a trovare una scritta di “Buon Natale” da appendere sulla porta di casa. Pare che la nostra società ti abbia  privato del permesso di soggiorno. Non puoi immaginare quanto ci rimanga male. Tu forse ci sei abituato perché, da quando hai posto la tua tenda in questo mondo, sei divenuto un perenne fuggiasco. 
Non mi rassegno però al fatto che tu te ne debba andare anche dalla nostra bella Italia. Mi chiedo che cosa saremmo senza di te. Che cosa ne faremmo di decine di migliaia di chiese vuote, che verrebbero messe in vendita a prezzi stracciati, trasformate in moschee o in discoteche, o addirittura rase al suolo per non pagare la tassa sul fabbricato? Che ne sarebbe delle nostre meravigliose opere d’arte, che tutto il mondo ci invidia, dove Tu e tua Madre siete stati la scintilla che ha acceso il genio di innumerevoli pittori e scultori? Che ne sarebbe della nostra lingua e della nostra letteratura prive dell’anima cristiana che l’ha alimentate, facendo di esse un patrimonio inestimabile dell’umanità? Senza di te, caro Gesù Bambino, la nostra Italia diventerebbe un cumulo di macerie, un deserto senza vita, infestato da serpenti e da scorpioni.  Non te ne andare Bambino Gesù. Ti diamo la cittadinanza italiana, ti esentiamo dalle tasse, ti procuriamo una casa e un lavoro, ma non te ne andare.Vedo che non ti lasci convincere. Vuoi qualcosa d’altro. Ho capito, non ti interessano le nostre cose, ma i nostri cuori. In questo Natale vorresti trovare un posticino nel cuore di ogni italiano. In fondo che cosa ci costa?  Dovremmo solo fare un po’ di pulizia, tirare via il marcio, raccogliere la spazzatura e portare tutto in quel luogo benedetto dove  il tuo amore tutto brucia e consuma. Questo è ciò che desideri, ciò che chiedi, ciò che ti aspetti da questa Italia che da due millenni ricolmi di doni. Vorresti che mettessimo da parte i pregiudizi, le cattiverie, le guerre che non ci stanchiamo di farti da ormai da troppo tempo. Che cosa ci abbiamo guadagnato  a mettere al tuo posto Babbo Natale, a sostituire le pecore con le renne, a chiamare festa d’inverno la tua venuta in mezzo a noi? Il bilancio è fallimentare. Siamo poveri e disperati. Ritorna Gesù Bambino. Senza di te siamo perduti. Vieni con il tuo sorriso a ridarci la speranza. Porta la tua famiglia in mezzo a noi, perché ci siamo dimenticati che cosa sia una famiglia. Porta la tua pace nei nostri cuori senza pace.

Padre Livio




Cari amici,
la Mariatona natalizia è un momento di festa della grande famiglia di Radio Maria. Ringraziamo innanzi tutto la Madonna per questo dono, così necessario per il nostro tempo. È un momento speciale per testimoniare il
bene che fa Radio Maria, aiutando molti a ritrovare la fede e a riprendere la preghiera. E’ anche un’occasione per dare un aiuto speciale, perché Radio Maria continui la sua missione al servizio della Madonna. Pensate quale vuoto si creerebbe se Radio Maria non potesse più assicurare la sua presenza nelle case, sulle strade, nei luoghi della sofferenza e ovunque dove ci sia un cuore
che cerca Dio. Pensate anche alle numerose Radio Maria presenti fra le popolazioni più povere dell’Africa e dell’Asia e ai cristiani perseguitati nel Medio Oriente che trovano in Radio Mariam la loro voce e la forza che li unisce.
Grazie di cuore a tutti i nostri ascoltatori che anche in questo Natale si fanno i generosi sostenitori della nostra dolcissima Radio Maria.

LUNEDI' 18 DICEMBRE INIZIA LA MARIATONA: LASCIATI COINVOLGERE E PARTECIPA CON FERVORE A QUESTO MERAVIGLIOSO EVENTO! 
METTI ANCHE TU ENERGIA E CONTRIBUISCI A SOSTENERE RADIO MARIA!

Vi aspettiamo numerosi nella nostra sede, ad Erba, da lunedì 18 a giovedì 21 dicembre. In questi giorni l'ufficio informazioni resterà aperto dalle h. 09:00 alle 19:00 - orario continuato.

Telefono: 031-610600 / e-mail: info.ita@radiomaria.org




Radio Maria Pellegrina
sarà presente con i suoi gazebo, stand e volontari 
nelle parrocchie e nei luoghi di sofferenza delle città di
TRENTO e ROMA - ecco gli appuntamenti: 


Trento

Chiesa SS.ma Annunziata - diretta delle ore 8.00
Via Belenzani, 53 -Trento
     
Chiesa del Santissimo Sacramento
Corso 3 Novembre, 26 - Trento 
 
Chiesa di Santa Caterina
Borgo Santa Caterina, 38 - Rovereto (Trento)
 
Chiesa di San Francesco  d’Assisi
P.zza San Giovanni XXIII – Ala (Trento) 
 
Ospedale Santa Maria del Carmine di Rovereto
Corso Verona 4 - Rovereto (Trento)

Infermeria del Convento di Santa Caterina
Borgo S. Caterina, 38 - Rovereto (Trento)
Roma – 17 Dicembre 2017


Roma

Parrocchia N.S. di Czestochowa diretta ore 10.30
Largo Augusto Corelli, 9 – Roma

Parrocchia S. Margherita M. Alacoque
Via Michele Pantanella, 5 - Roma

Parrocchia Sant' Eligio
Via Fosso dell'Osa 435 – Roma

Parrocchia S. Maria Consolatrice 
Via di Casal Bertone, 80 – Roma

Parrocchia S. Francesca Romana all'Ardeatino
Via Luigi Capucci, 15 – Roma

Parrocchia Sant'Andrea Delle Fratte
Via Sant'Andrea delle Fratte, 1 – Roma

Santuario Divino Amore
Via del Santuario, 10 - Roma



RICHIEDI AL NOSTRO UFFICIO INFORMAZIONI TUTTE LE INDICAZIONI PER POTER RICEVERE IL MATERIALE DI RADIO MARIA:

tel. 031-610600 / e-mail: info.ita@radiomaria.org

OPPURE VISITA, DIRETTAMENTE DAL NOSTRO SITO INTERNET (www.radiomaria.it), IL CATALOGO ONLINE.

 

alla prossima newsletter!

Leggi l'articolo...

Cari amici,
come grande famiglia di Radio Maria siamo in cammino verso la capanna di Betlemme, dove ad attenderci c’è la Santa Famiglia di Nazareth, con Maria e Giuseppe in adorazione del Bambino Gesù. L’umanità conta gli anni dalla nascita di Cristo, ma si è completamente dimenticata di Lui, che è la pace e la gioia della nostra vita. Non facciamoci condizionare dalla festa mondana, dove non vi è traccia del festeggiato. Non facciamoci abbagliare dalle luci fugaci dell’effimero. Prepariamo invece il nostro cuore, perché sia la culla del Salvatore. Facciamolo entrare nelle nostre famiglie, perché le mantenga unite nell’amore.


Come grande famiglia di Radio Maria apriamoci ai bisogni dei fratelli, come abbiamo sempre fatto, diffondendo i ripetitori della pace nei cinque continenti. Grazie alla vostra generosità sono 77 le Radio Maria accese nel mondo, con altre 18 stazioni che trasmettono nella lingua delle varie etnie africane. Molte di loro sono ai primi passi e hanno bisogno del nostro accompagnamento per crescere e divenire autosufficienti. Partecipa al programma: “Accendi una nuova Radio Maria” per rispondere alle richieste che ci vengono dai cristiani perseguitati in Medio Oriente e dalle Diocesi dell’Africa e dell’Asia. Aiutiamo la Madonna a diffondere nel mondo l’annuncio natalizio della pace. Portiamo Radio Maria, dono di Maria, a
tutti coloro che lo attendono.

Vostro Padre Livio

L'immagine può contenere: 5 persone, persone in piedi

Messaggio della Regina della pace a Mirjana, 2 dicembre 2017

“Cari figli
mi rivolgo a voi come vostra Madre, la Madre dei giusti, la Madre di coloro che amano e soffrono, la Madre dei santi. 
Figli miei, anche voi potete essere santi: dipende da voi. Santi sono coloro che amano immensamente il Padre Celeste, coloro che lo amano al di sopra di tutto. Perciò, figli miei, cercate di essere sempre migliori. Se cercate di essere buoni, potete essere santi, anche se non pensate questo di voi. 
Se pensate di essere buoni, non siete umili e la superbia vi allontana dalla santità. In questo mondo inquieto, colmo di minacce, le vostre mani, apostoli del mio amore, dovrebbero essere tese in preghiera e misericordia. A me, figli miei, regalate il Rosario, le rose che tanto amo! 
Le mie rose sono le vostre preghiere dette col cuore, e non soltanto recitate con le labbra. Le mie rose sono le vostre opere di preghiera, di fede e di amore. Quando era piccolo, mio Figlio mi diceva che i miei figli sarebbero stati numerosi e che mi avrebbero portato molte rose. Io non capivo, ora so che siete voi quei figli, che mi portate rose quando amate mio Figlio al di sopra di tutto, quando pregate col cuore, quando aiutate i più poveri. Queste sono le mie rose! Questa è la fede, che fa sì che tutto nella vita si faccia per amore; che non si conosca la superbia; che si perdoni sempre con prontezza, senza mai giudicare e cercando sempre di comprendere il proprio fratello. 
Perciò, apostoli del mio amore, pregate per coloro che non sanno amare, per coloro che non vi amano, per coloro che vi hanno fatto del male, per coloro che non hanno conosciuto l’amore di mio Figlio. 
Figli miei, vi chiedo questo, perché ricordate: pregare significa amare e perdonare. Vi ringrazio!”


commento al messaggio a cura di P. Livio





Radio Maria Pellegrina
sarà presente con i suoi gazebo, stand e volontari 
nelle parrocchie e nei luoghi di sofferenza delle città di
TRENTO e ROMA - ecco gli appuntamenti: 


Trento

Chiesa SS.ma Annunziata - diretta delle ore 8.00

Via Belenzani, 53 -Trento
     
Chiesa del Santissimo Sacramento
Corso 3 Novembre, 26 - Trento 
 
Chiesa di Santa Caterina
Borgo Santa Caterina, 38 - Rovereto (Trento)
 
Chiesa di San Francesco  d’Assisi
P.zza San Giovanni XXIII – Ala (Trento) 
 
Ospedale Santa Maria del Carmine di Rovereto
Corso Verona 4 - Rovereto (Trento)

Infermeria del Convento di Santa Caterina
Borgo S. Caterina, 38 - Rovereto (Trento)
Roma – 17 Dicembre 2017


Roma

Parrocchia N.S. di Czestochowa diretta ore 10.30
Largo Augusto Corelli, 9 – Roma

Parrocchia S. Margherita M. Alacoque
Via Michele Pantanella, 5 - Roma

Parrocchia Sant' Eligio
Via Fosso dell'Osa 435 – Roma

Parrocchia S. Maria Consolatrice 
Via di Casal Bertone, 80 – Roma

Parrocchia S. Francesca Romana all'Ardeatino
Via Luigi Capucci, 15 – Roma

Parrocchia Sant'Andrea Delle Fratte
Via Sant'Andrea delle Fratte, 1 – Roma

Santuario Divino Amore
Via del Santuario, 10 - Roma


 

Visita il nostro catalogo online su www.radiomaria.it
oppure rivolgiti al nostro ufficio informazioni 
e chiedi come ricevere direttamente a casa tua 
il nostro materiale! 
Telefono 031-610600 - info.ita@radiomaria.org


 alla prossima newsletter!
Leggi l'articolo...

Newsletter di P. Livio - 29 Novembre 2017

"LUI, MIO FIGLIO, VOSTRO FRATELLO"
(editoriale in homepage www.radiomaria.it)



Cari amici, 
la Regina della pace nel suo messaggio del 25 Novembre, ci indica la strada per preparare il cuore all'incontro con Gesù nostra pace. Lo fa con tre imperativi che traboccano dal suo cuore materno: "Credete, pregate e vivete". Sono tre parole che sintetizzano tutti i suoi messaggi e che indicano, in concreto, che cosa dobbiamo fare per convertirci. In primo luogo dobbiamo tenere accesa la lampada della fede in questo tempo di apostasia, in cui molti si allontanano dalla Luce vera, che è Gesù e la sua parola. Perseverare nella fede e farla crescere deve essere l'impegno quotidiano per eccellenza, per non perderci nelle tenebre dell'incredulità e nei labirinti dell'effimero. Questo ci sarà possibile con la preghiera, quella vera, che nasce dal cuore e che diventa un incontro col Signore. La preghiera è ciò che di più bello si può sperimentare nel tempo del nostro pellegrinaggio, perché attraverso di essa possiamo gustare la gioia e la pace del paradiso. In questo tempo di Avvento, ogni volta che possiamo, ritagliamoci dei momenti di preghiera e cerchiamo la presenza con Gesù nell'intimo del cuore. Infine viviamo ciò in cui crediamo, in modo tale da irradiare intorno a noi la luce e l'amore di Gesù. Lui è nostro fratello che viene in ogni Natale per donarci la pace, senza fare differenza su chi siamo e che cosa siamo. Solo lui può compiere questo miracolo: fare di tutta l'umanità una sola famiglia.


Vostro Padre Livio

L'immagine può contenere: 1 persona, primo piano

Messaggio a Marija - 25 Novembre 2017

Cari figli! 
In questo tempo di grazia vi invito alla preghiera. 
Pregate e cercate la pace, figlioli. 
Lui che è venuto qui sulla terra per donarvi la Sua pace, senza far differenza di chi siete o che cosa siete - Lui, mio Figlio, vostro fratello - tramite me vi invita alla conversione perché senza Dio non avete né futuro né vita eterna. 
Perciò credete, pregate e vivete nella grazia e nell'attesa del vostro incontro personale con Lui. 
Grazie per aver risposto alla mia chiamata.


Ascolta l'audio del Commento al Messaggio a cura di P. Livio




DAL 30 NOVEMBRE IN DIRETTA SU RADIO MARIA  IL NUOVO, BELLISSIMO LIBRO  DI P. LIVIO: 


LA VITA E' UNA MISSIONE (Edizioni Sugarco)

"La vera libertà illuminata dalla luce della fede ci aiuta a non perdere mai di vista la mèta. A poco a poco ci accorgeremo che, seguendo il percorso tracciato da Dio, diventeremo pienamente uomini".

RICHIEDILO AI NOSTRI UFFICI: 
TELEFONO 031610600 
MAIL info.ita@radiomaria.org

Trovi anche tutti gli altri libri sul nostro sito internet www.radiomaria.it accedendo al catalogo online





La nostra sede di Via Milano è il cuore della Radio, è proprio da qui che nasce, parte e nel mondo arriva l’evangelizzazione e la grande opera di Radio Maria.
Arrivando, all’esterno, è possibile notare (oltre alle antenne sul tetto che non lasciano dubbi sulla corretta posizione) la grande e meravigliosa statua marmorea di Maria Ausiliatrice. Questa colonna si trovava da anni sul terreno scelto per costruire la nuova sede:



“Abbiamo contattato i proprietari – racconta P. Livio –, i quali hanno detto che avrebbero venduto il terreno a condizione che si conservasse la colonna con la statua della Madonna. Allora abbiamo capito che qui c’era davvero il dito di Dio”. 



All’ingresso l’accoglienza e il nostro ufficio informazioni con tutto il materiale a disposizione: LIBRI, ROSARI, GADGET VARI, RADIOLINE, GIORNALINI ecc..

Dalla scala si accede alla nostra meravigliosa cappella dove a colpirci innanzitutto è il maestoso e sofferente Crocifisso posizionato alla nostra destra, sull’altare.

Alla sinistra la statua lignea della Madonna con il Bambino in braccio. 



Ci è stata donata quando Radio Maria ha incominciato le trasmissioni ed è stata successivamente restaurata. Sabato 7 Ottobre, festa della Madonna del Rosario, in occasione del 30.mo anniversario di Radio Maria è stata incoronata al termine della Santa Messa di ringraziamento.

Uscendo possiamo salutare il quadro della Madonna di Guadalupe, dono delle Radio Maria dell’America Latina.

Ti aspettiamo dunque in visita per vedere e scoprire insieme a noi il "dietro le quinte" di Radio Maria!!!


  alla prossima newsletter!

Leggi l'articolo...

Antonioli Hotels

Chiesa di Medjugorie

Viaggi Organizzati

Il Tour Operator Antonioli  si occupa da anni di viaggi organizzati e tour per gruppi di amici.

Visitate il nostro sito e troverete la giusta vacanza per tutti i periodi dell'anno.

www.antoniolihotels.com

Mare d'inverno

Vuoi passare l'inverno in un luogo dal clima mite immerso nella natura? Il nostro villaggio in Sardegna è il luogo ideale dove poter trascorrere piacevoli periodi in compagnia e con la comodità di un albergo. Siamo aperti tutto l'anno. Durante i periodi invernali proponiamo numerose gite ed escursioni per scoprire i tesori artistici e naturali del Sulcis.

www.baia.to

Vacanze Studio

Organizziamo anche vacanze studio per ragazzi, per imparare l'inglese divertendosi. Abbiamo proposte in Inghilterra, negli Stati Uniti e Italia. Un servizio di qualità, un team qualificato di istruttori e di animatori che affiancano i ragazzi in ogni momento della giornata.

www.antoniolihotels.com